PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Timidissimi sogni

Un'allegra impazienza
Molto somiglia
Al cervello innamorato che
Non sente l'altezza
O il chiarore della notte
Esce dalla stanza e diventa
Un fantasma di città

minuscolo enigma
cede al richiamo
dello spirito
ha gli stessi occhi
meravigliosamente miti
di timidissimi sogni.

 

2
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 07/02/2015 16:35
    Che bella, leggerla e poi chiudere gli occhi... ecco, ti sembra che quel timidissimo sogno prende vita quasi a voler dar voce ai pensieri celati nel cuore... Nella mente.
  • Alessandro il 07/02/2015 14:08
    L'onirico che passa attraverso gli occhi, simbolo di un coraggio interiore che va oltre l'apparente mitezza.

1 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 12/02/2015 06:32
    Leggere e immaginare. Versi leggeri ma di un peso immenso.
    Piaciuta!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0