PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tre mai valgono un per sempre

Tra il caduco per sempre e l'eterno mai
mi sono sentito deliziato trafitto e dilaniato in fine

allora
tremando con tutto il corpo mi sono aggrappato al re del per sempre

come se fosse
una nota musicale
da ripetere all'infinito

la mia anima si è adagiata
sul dolore del non mai

ora
puoi attraversarmi
su un ponte di pietre senza perdere nel fiume del tempo nessun pezzo di te

mai ti amerò ... mai ti raggiungerò ... e mai sarai mia...

infortunata mortale vita

 

0
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 08/02/2015 15:45
    Sai che dico, Vincenzo? Che il mai mi stimola assai più del per sempre. Non perchè io non desideri che qualcosa si verifichi, beninteso. Ma perchè il mai è una specie di muro che ti sfida sempre a valicarlo. Dovremmo mettere più dei mai davanti a noi stessi perchè questi ci stimolano a cercare di dare fondo alle nostre risorse migliori per frantumare, o quantomeno ridimensionare in modo consistente, quel mai. Si dice di solito mai dire mai. Io dico invece, provocatoriamente, diciamolo sempre, per poi toglierci la soddisfazione (o cercare di togliercela) di frantumarlo perchè possiamo dimostrare che non aveva ragione d'essere. Ciao.
  • Rocco Michele LETTINI il 08/02/2015 11:16
    Encomiabile Vincè... ogni verso un'aurea firma... FELICE DOMENICA.
  • andrea il 08/02/2015 08:07
    Amare la vita credo siano pochi a farlo e altrettanto pochi quello che cercano di raggiungerla e farla propria, incantevole!!!

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0