username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Giorno di neve

Racconterei in eterno, se potessi,
quel manto che, calando in un baleno,
anche i giardini e i luoghi più dimessi
trasforma in un paesaggio quasi alieno.

Giunge il suo regno, rinnovando l'anno,
celando la sporcizia, e le sue azioni
senza rancor ci mettono in affanno:
blocca i cancelli, ghiaccia gli scaloni

e sua quieta potenza va mostrando
la vacuità delle nostre arti e gesta.
Per contro, quanta pace mi dà quando
discende, e come copre la foresta,

la montagna, la via che le si affianca...
che mondi serberà di là da quella?
Per gli ottimisti la carezza bianca
del Sole è insospettabile gemella

che ornandosi di sua luce radiosa
come una fiamma pare che divampi;
per altri è il mesto giorno in cui si posa
la cenere dei sogni sopra i campi.

 

3
4 commenti     9 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

9 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 13/03/2015 14:04
    Che dire o che scrivere dietro a così espliciti commenti? Mi rifaccio ai due versi finali che identificano la neve con la cenere delle illusioni. Poi basta per non spezzare l'incanto.
  • Aurora il 22/02/2015 12:00
    Credo che tutte le parole del mondo non potrebbero specificare quanta bellezza hai racchiuso nei tuoi versi, una bellezza che si può forse e solo paragonare al candido manto bianco della neve. Piaciuta moltissssssssimo.
  • Don Pompeo Mongiello il 11/02/2015 15:26
    Molto apprezzata e quindi piaciuta questa tua eccelsa.
  • Anonimo il 09/02/2015 07:58
    Composizione elegante e persuasiva della matrice poetica dell'autore.
  • Rocco Michele LETTINI il 09/02/2015 07:23
    UN CORTOMETRAGGIO IN VERSI CHE HA IL PROTAGONISTA SIMBOLO: LA NEVE... DALLA BELTA' AGLI SCREZI... A QUALCHE LACRIMUCCIA.
  • ciro giordano il 08/02/2015 21:39
    descrittiva e molto classica, ma si sente un afflato, direi che è piena di sentimento
  • Sabrina C. P. il 08/02/2015 20:10
    Pregiato autore, il giovane Alessandro
  • roberto caterina il 08/02/2015 19:01
    La nobiltà della neve sui campi trova nei tuoi versi una bella e sentita descrizione...
  • andrea il 08/02/2015 17:37
    la neve, l'abbiamo vista un solo giorno per qualche ora il 30 dicembre del 2014, dopo più di trent'anni. Bella e suggestiva poesia.

4 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 22/02/2015 12:03
    Bella e delicata... La magica neve ha ispirato anche me, più volte...
  • Ellebi il 10/02/2015 23:11
    Non amo la neve, che certo è affascinante nel suo candore, ma ben presto digrada in grigio, e allora il mondo si rivela, forse, per quel che è: un po' sporco, ma tutto ciò non ha nulla a che fare con la tua poesia, che è notevole. Complimenti e saluti
  • Vincenzo Capitanucci il 09/02/2015 06:36
    come fiamma par che divampi e sparge la cenere dei sogni sopra i campi..
  • Chira il 08/02/2015 17:56
    ... la cenere dei sogni sopra i campi... che meraviglia questa tuo definire la neve!
    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0