username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

"Al mio Amore"

Grappoli di minerali neri vezzeggiati dal sole
con la leggiadria di un fiume nel mare.
Eclissate due minuscole conchiglie,
nel cuor di questa tela
un’angusta altura blanda nel frumento di fulva pelle.
Aquiloni si dilettano a velare
stormi di sogni in castani forzieri.
labbra come onde di oceano;
seni come isole dorate,
nude e terse mani:
gabbiani che danzano persuasi dall'argenteo riflesso
di baci tra sole, acqua e vento.
La vergine Africa miniata nella schiena,
sposata a colonne di marmo
forgiate da chissà quale nume greco.
Piedi rifiniscono costellazioni come lucenti astri:
soavi arpe, maestre e compositrici di sonetti.
Ed io, subissato dalla freschezza dell’amore,
cielo e sogno, tra meraviglie tue e nostre,
celebro ancora più timidamente
ciò che lingua e penna non possono elogiare:
la cerea sabbia di un amore sconfinato,
da coccolare lentamente.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Michele Prenna il 16/11/2011 10:39
    Parole scelte e rare nobilitate dal tema d'amore che illustrano in piacevoli versi.
  • francesca cuccia il 31/10/2009 08:51
    Una bella poesia per il tuo amore, complimenti.
  • Salvatore Ferranti il 27/10/2009 12:03
    bella dichiarazione d'amore. molto sentita, e molto vera
  • andrea forgione il 20/07/2008 16:17
    Il vocabolario italiano è una regola ma l'amore è una condizione dell'anima che non risponde a regole ma ha suoni e colori. Comunque bella Alessandro!
  • Gabriella Brancaleone il 21/03/2008 13:45
    Hai detto bene che la penna non può esprimere completamente questi sentimenti
  • Alessandro Castellarin il 17/10/2007 11:44
    Una timida dedica al mio più grande Amore:Carolina
  • sara rota il 05/10/2007 17:31
    Molto dolce il finale... bella la sensazione di essere coccolati tra i granelli di sabbia...
  • Alessandro Castellarin il 05/10/2007 08:42
    Grazie D. L.!!!!
  • Alessandro Castellarin il 05/10/2007 07:50
    Certo Paolo... voluta per simbolicamente "rallentare"...
  • Alessandro Castellarin il 04/10/2007 11:56
    Il connubio tra amore e "brezza" (Venticello fresco) è proprio voluto... poi... sono astemio... inoltre "ebrezza"... nel vocabolario italiano moderno... non esiste!
  • Michelangelo Cervellera il 04/10/2007 08:58
    Hai ragione Alessandro, spesso non si trovano parole per celebrare l'amore che sentiamo. Piaciuta.
    Michelangelo
  • Alessandro Castellarin il 04/10/2007 08:04
    Naturalmente questo testo può e deve "convincere" solamente chi ha provato le brezza dell'Amore...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0