accedi   |   crea nuovo account

Cuore di lucca

Scintillio d'etrusco orgoglio
Serchio demiurgo di culla e nutrimento
Nello scrigno di Tuscia
Magica e imperlata troneggia
E a te a vinte
Giacciono mura di rinascimento imperlate
Prisco sciaborda allo sguardo
L'eburneo estendersi dell'anfiteatro
Che a varcare giunge
Le labbra d'acciaio di diacroni ci confini
Di pugna e pace sei matrona
E di rimembrar certo non lascio
Il di in cui ragion a vesti di Firenze
Nella disfida di Altopascio
Conca di spensierato buonumore
Tra Viareggio forte dei marmi e Camaiore
Intarsio ti vivesti di contese
Tra guelfi e ghibellini
Artistico ardire padre e figlio ti ebbe
Quando a ccogliesti i vagiti pur arcani
Di Puccini Boccherini e catalani
E lucentezza cui donar elogio
Anco è la torre dell'oro logo
Oltre i versi e le parole
Lucca mai sopito è l'aroma del tuo sole

 

4
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 12/02/2015 15:16
    Un cuore che mai cesserà di battere: Lucca. Encomiabile.
  • Vincenzo Capitanucci il 12/02/2015 09:31
    una splendida città Lucca... Cristiano .. ah se anche gli uomini avessero un cuore così bello

1 commenti:

  • karen tognini il 12/02/2015 09:24
    Caro Cristiano, vivo a Viareggio provincia di Lucca... che dirti?... Lucca l'hai descritta divinamente...è talmente bella che ogni volta che ci vado per fare una girata in centro ne rimango affascinata... molti non la conoscono, ma quando ci capitano davvero rimangono stupiti da tanta bellezza...
    Complimenti... un caro saluto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0