accedi   |   crea nuovo account

Vincitori e vinti

Il silenzio satura la stanza
rilucendo sul lume di candela
sguardi tesi come corde di violino
occhi vitrei ormai arsi di pianto

giaci inerme privo di respiro
dentro il feretro al centro della stanza
donne mute a farti compagnia
stanche e esposte al rito del dolore

poi qualcuno come una cantilena
ti ricorda, rammenta un po' com'eri
e un vocio stritola la quiete
fra i cordogli di amici e dei parenti

ti rammento ancor con il sorriso
e il vigore che davi alla speranza
hai lottato la morte in sofferenza
te ne vai ma sappi non hai perso...

 

1
0 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • silvia leuzzi il 13/02/2015 17:10
    Un'osservazione pacata ma non rassegnata; nella vita si può anche perdere vincendo e questa è la dignità che sta scemando negli uomini moderni e il poeta, giullare che educa le menti alla verità, mostra la strada e insegna cantando. Bella complimenti
  • Alessandro il 13/02/2015 16:57
    Quartine eleganti che raccontano di un trapasso con dignità. Alcuni vincitori spirano, alcuni vinti restano in vita.
  • Rocco Michele LETTINI il 13/02/2015 16:18
    Versi-dedica mestamente forgiati...
  • frivolous b. il 13/02/2015 09:20
    davvero una grande poesia... epico!

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0