accedi   |   crea nuovo account

Pisa dei miracoli

Julia pisana di latino intarsio
D'orfica nobilta'ese
Chiesa san Nicola e il ponte marinaro lebbra
Scintilli sui lungarni dama di sole
Oltre il carcere di cronos e delle parole
Sul cuor ch' a beltate ane. La
Ostendendosi vanno
Folletti d'ancestrali spettacoli
I diademi del campo dei miracolii.
Lo sguardo sottrae maesto
Ai velenosi tentacoli dell'evanescente
la seduzione adorna eppur informe
Drlla torre pendente
A sorriso si stende il battisteroo
E con soavi risonanze menaa
Lo sguardo dell'avido turis
Tra le labbra diacroniche
Del monumental cimiteroo.
Pisa sancella culturale
Che ruggisce tra le aule de
Alla normale
Ove troneggia dono del destino o degli dei
Il genio incontaminato del galilei.
Pisa fraterna religione
Di valdesi mormoni
Cattolici ebrei e Geova magione
Sfavilla il tuo poetico manto
Tra torre sant' Agnese ponte dell'impero
E chiesa di san Nicola incanto.
Pisa scienza CH' oltre Galileo
Fibonacci Pontecorvo e pacinotti
Rivelare puoi a trofeo
Corre il tempo sotto l'ombrello dei pensieri
Lungo la piazza dei cavalieri
E sorride l'iride appagata e gaia
Dinanzi a dan rossore
Ed entro la limonaia.










U

Alla normale

12

1
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 13/02/2015 16:13
    Pisa... nei sogni di tanti. Versi che invitano a visitarla.
  • Vincenzo Capitanucci il 13/02/2015 11:06
    e l'Arno.. che piacque così tanto al Leopardi.. ti allontana sempre più dal mare..

2 commenti:

  • cristiano comelli il 13/02/2015 12:21
    Villani lei dovrebbe spiegarsi meglio se si fanno dei rilievi non si può restare in superficie altrimenti l'oscuro è lei
  • Paolo Villani il 13/02/2015 11:28
    Ottimo esercizio di stile ma questa poesia è oscura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0