accedi   |   crea nuovo account

Non so dire

Non so dir come mi sento
Pioggia, vento, grandine e tormento
Una catena di alti monti impalliditi dalla neve
Una catena di non si può, si può e si deve
Un uomo solo prostrato dalla vita
Un uomo solo con cento pistole puntate al Cuore
Un uomo solo con un coltello che gli ferisce la gola
Ma il nostro sole colora di luce tutto quel che vedo
Riesco a trovare qualcosa di positivo in tutto ciò che vedo
Rimango talvolta allibito da cose talmente belle che non ci credo
Cose comunque reali che hanno il potere di mettermi le Ali

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 15/02/2015 11:10
    L'ovvietà è il suo forte contento lei

2 commenti:

  • Alessandro il 16/02/2015 21:03
    Un bel ritmo oltre la metrica solo apparentemente caotica.
  • silvia leuzzi il 15/02/2015 18:15
    Cristiano caro a volte quello che sembra ovvietà bisogna leggerlo sotto un altro profilo che è l'allegoria. Una canzoncina quasi ma con l'amaro come retrogusto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0