accedi   |   crea nuovo account

Ruggito d'ancona

Di diluvial frescura adriatica
Riveli e componi
L'amabile intarsio
Dorica visione effondi
D'immortale grecità avvinta
Orgoglio d'antiqua pentapoli
Ove l'anders CH' evase
Dal fier polacco grembo
Libera ti fece e sovrana
Dell'urlo folle del nazista verbo.
Ancestrale s' erge
Il raggiante mito
Del medieval sta mira
E san Domenico dà il bacio sopraffino
Dalle tele deltiziano e del Guercino.
Scintillano a guisa d'inviolabili araldi
Le tredici cannelle
Sorelle della fontana
Cesellata dall'amore del Tibaldi.
Santa Maria della piazza
E l'arco maestoso di Traiano
Si flettono come eburnea mano
E dicono do te dolce ancona
L'estasi di immarcescibile matrona

 

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 17/02/2015 16:23
    Un altro plauso di merito e un encomio di lode... Serena serata Cristiano...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0