PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Cenerino

Birbantello per quanto piccino,
ogni volta la combinava grossa,
ed anche oggi mangia un pezzettino
de buona carne, suppur un po' grassa;

e l'indice elevato de lo babbo
nun fa paura ad egli ignorantello,
o tal se finge pe' magnà da nababbo,
ma poi depone il resto ne lo cestello.

Ascolta zitto l'ammonimento,
le scende qualche lacrima,
ma questo non lo tormenta;

da lo alto vede lo segno
de na croce fatta de cenere,
s'inchina e prende contegno.

 

1
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Nicola Lo Conte il 22/02/2015 12:09
    Mi piace leggerti perché con le parole dipingi le immagini.
  • Rocco Michele LETTINI il 19/02/2015 12:46
    MAGISTRRALE SONETTO... L'ARTE NON È ACQUA... IN UN AUREO VATE
  • roberto caterina il 18/02/2015 18:04
    Mercoledì delle ceneri e quaresima... hai fatto bene a ricordarlo in questi tempi in cui sembrano tanto lontani...
  • andrea il 18/02/2015 15:16
    pensa che io vendo carne eppure oggi e lo dico con franchezza non mi è dispiaciuto venderne poca, cari saluti.

1 commenti:

  • salvo ragonesi il 18/02/2015 14:53
    Bisogna rispettare l'inizio della Quaresima.. Bella, cenerino birbantello.. Ciao DON.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0