accedi   |   crea nuovo account

Io sono qui

una mano appoggiata sul mento
l'altra chiusa a mo di pugno
sul tavolo,

i pensieri persi nel vento
galleggianti dentro il nulla
in un volo

pindarico.

Nella mente scavo solchi
importanti
per cercare non so neanche
più cosa,

cancellare i rimorsi e i
rimpianti
formattandomi
resto in attesa.

Ed il tempo mi passa
mi è accanto

delle volte si ferma
altre no,

non capisco se ho riso
o se ho pianto

nel cercare i miei tanti
però.


Tutto passa mi dico
è la vita

tutto ha un senso
magari nascosto.

Dio, trovarlo
quanta fatica

o chissà può darsi
sia ancor presto.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • roberto caterina il 18/02/2015 18:09
    Domande esistenziali eterne tornano in questo testo nella ricerca, sempre sofferta, di un principio creatore.

1 commenti:

  • Verbena il 18/02/2015 17:39
    Introspezione analitica e profonda che cerca uno sbocco di verità in una fatica di ricerca piena di tante domande. La chiusa ha implicita la domanda essenziale a cui soltanto il tempo darà risposta. Molto bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0