PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

GOCCE

Solitaria pioggia
Assorbo sul corpo…
Il primo freddo!
I miei respiri aumentano
E corro,
Corro
E poi mi fermo…
Non mi riparo,
T’ascolto
Battere
Cadere
Liquida nuvola,
Ti sento dissetare la terra,
Risvegliarla
E profumarla
Dei suoi stessi profumi…

Sono fradicia e guardo il cielo,
Che lava e purifica i miei pensieri,
Vivi e consapevoli…

I miei sensi
Sembrano divertiti
Da uno strano
Imprevedibile dialogo
Con ogni singola goccia,
Quasi innamorata di me,
Come fossi goccia anch’io…

A braccia aperte t’accolgo,
Nel mio volo in alto
Mi sciolgo e
Cado dal cielo
Su un fiore
Impaurito…


So che vuol dire
Il vero Viaggio ora
E piango la gioia e volo ancora…

Per poi tornare,
Estasiata e felice,
Alle mie braccia aperte,
Al tuo scrosciare e
Al gioco che le tue gocce,
Imprigionate e pure
Si divertono a fare
Con le mie morbide, lunghe ciglia...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

17 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 23/07/2008 03:50
    Stupenda.. perle di lacrime.. imprigionate e pure... nelle morbide ciglia.. di una Madre divina... dissetandomi ne colgo tutti i sapori...

    una goccia birichina...
  • laura cuppone il 14/10/2007 19:00
    grazie davvero...
    ciao L
  • laura cuppone il 08/10/2007 11:42
    Ciao Antonio...
    cercare di trasmettere le proprie emozioni non è mai facile..
    se ci sono riuscita anche un pochino...è una bella cosa...
    gazie a te... di tutto
    ciao L
  • Antonio Pani il 08/10/2007 11:34
    Bellissime immagini, sensazioni splendide, profumi inebrianti. Coinvolgente. Molto brava, complimenti. Grazie per la tua attenzione e i tuoi commenti, a presto. Ciao.
  • laura cuppone il 07/10/2007 10:14
    Ciao Giovanni..
    inebriante, si.. come può esserlo "sentirsi" la pioggia...
    grazie!
    ciao L
  • laura cuppone il 07/10/2007 10:12
    Ciao Riccardo. La tua interpretazione è molto vicina alla mia Interiore..
    Sono contenta che ti abbia ispirato l'accogliere della pioggia come accogliere la Grandezza di Dio Padre..
    Forse ho sentito anch'io quella sensazione, non lo nego...
    sentirsi parte di Lui attraverso i suoi regali è meraviglioso...
    E di regali, di doni Lui me ne fa tanti.. tantissimi... ogni giorno.
    Grazie.. sensibile e profondo come sempre.
    ciao L
  • Giovanni... il 06/10/2007 21:47
    Brava molto carina questa tua poesia, mi sento inebriato da tanta pioggia………
    Ciao-….. Gianni.
  • Riccardo Brumana il 06/10/2007 19:24
    ciao Laura, facilitato nell'interpretazione grazie al tuo commento ti dico che è una poesia molto bella.
    quando l'ho letta "prima di leggere la tua soluzione" l'ho interpretata come se tu ti fossi posta come terra "metafora" a che accogliessi l'acqua che ti dona forza e vita "l'amore che avverti, proveniente da Dio". letta così la trovo sublime!
    scusami se me la sono fatta "mia" dando una diversa interpretazione.
  • laura cuppone il 06/10/2007 16:39
    Ciao a tutti...
    Sono contenta che le gocce di pioggia siano ben accette... addosso...
    il contatto con la natura.. con ciò che è naturale esista.. come assorbire addosso un temporale...
    che bello.. fatelo!!
    provate..è una sensazione fantastica...
    grazie di cuore..
    Laura
  • Anonimo il 05/10/2007 23:28
    È una piacevole sensazione lasciarsi accarezzare dalle gocce di una pioggerella,
    Io per apprezzare il battere delle gocce sul mio ombrello, l'ho comprato blu trasparente, e anche se qualcuno mi ha preso in giro perchè forse poco adatto ad una signora, non hanno capito un cavolo, troppo divertente guadare in alto e veder scendere le gocce miscelarsi alle altre, anche io innamorata di ogni singola goccia.
    Grazie Laura per queste suggestive immagini.
    Ciao un abbraccio
  • Lestat V il 05/10/2007 19:58
    Come un temporele come una goccia che ti accarezza il corpo un lieve solletico che si trasforma in un mare.
  • sara rota il 05/10/2007 17:36
    Molto graziosa l'immagine di te che ti trasformi in goccia pronta ad accogliere tutti coloro che vorrano seguirti, abbracciarti in questa sorta di "viaggio".
  • Duccio Monfardini il 05/10/2007 17:23
    bellissima, sei grande laura. ciao, duccio.
  • roberto mestrone il 05/10/2007 13:15
    Quasi un intimo rapporto con la purezza di un ''corpo'' che silenzioso scende dal cielo... trasmettendoti dolci sensazioni.
    Brava Laura!
    Ro
  • andrea veneruso il 05/10/2007 12:54
    Che bello esser ricoperti da queste gocce.. che procurano tante emozioni...
    stellina

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0