username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'urlo duale

In persone
gente
e
folle

m'individuo

e
nelle mie radici

sento il folle grido dell'ente perduto

 

3
2 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 19/02/2015 13:37
    L'eterno conflitto tra l'affermarsi della persona e la seduzione dello spersonalizzarsi per mandare a quel paese la solitudine tutto lacerante
  • Rocco Michele LETTINI il 19/02/2015 12:36
    ENCOMAIABILE E... NON SOLO... DAGLI AVI UN LUNGO RIO CHE SCORRE...
  • Ezio Grieco il 19/02/2015 11:26
    .. une petite perle. Bravissimo Vincè.
    cl
  • andrea il 19/02/2015 10:00
    in effetti poi ci sono individui che si individuano (scusa il gioco di parole) in folle gente, credo non bisogna mai dimenticare le radici, apprezzata come tutte, saluti
  • Anonimo il 19/02/2015 07:03
    Le nostre radici ci dicono tutto... bella questa idea dell'urlo duale, quasi un urlo dell'uomo primitivo che guarda dentro di sé... bellissima. ciaociao

2 commenti:

  • Alessandro il 19/02/2015 18:39
    Un grido al di là del quotidiano vociare, che solo pochi sanno udire.
  • Sabrina C. P. il 19/02/2015 07:17
    a volte non basta la vita intera per ritrovare quell'interezza... ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0