PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Al contadino non far sapere quant'è buono il formaggio con le pere

Quante volte figliolo
quante volte hai peccato
io mi volsi di lato
non avevo capito

non mollò lui ed ancora
disse parla ragazzo
lo ricordo come ora
mi sentivo uno stronzo

stetti muto e intontito
non sapevo che dire
mi sentivo un bandito
che voleva fuggire

quante volte ho peccato
poco più di un bambino
dodici anni avrò avuto
Mi sentì più piccino

e fu il modo di porsi
di quel prete mai visto
che non ebbi rimorsi
per la Casa di Cristo

non entrai per un pezzo
nella Chiesa in un Duomo
ma una freccia ora spezzo
ogni prete è anche uomo

con i pregi e i difetti
di ogni essere umano
e a pensarci in effetti
ho peccato di mano.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 21/02/2015 07:40
    Misteri del confessionale per carpire segreti e spargere malizia. Mi chiedo se volevi scrivere "mi sentii" e non "mi sentì".
    Un valido uso della rima di sicuro effetto.

1 commenti:

  • salvo ragonesi il 20/02/2015 17:16
    M'è piaciuta bravo. chi non ha peccato scagli la prima pietra.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0