accedi   |   crea nuovo account

Cuore... lascia

Tu...
e la vita piana
diviene insofferente
si risvegliano i sensi
ad una primavera nuova
Battito forte
d'ali e di membra
fremito incontenibile
d'un istante
che accompagna i giorni
e li colora
Un fuoco che sa bruciare dentro
un brivido continuo sottopelle
musica dei sensi e della mente
All'improvviso mi sento in trappola
cosi risvegliata
la femminilita' sopita
e' divenuta grande ed ingombrante
E mi sento fuori luogo
ovunque sia senza di te
Ma tu
che sei gia' volato ad altri lidi
certi e sicuri
sereni e giusti
per un presente ed un futuro
forse per paura
o per non amore
mi ispiri ora un pensiero
e calma dico al mio cuore
lascia che sia
il pensiero sublime
di una parola non detta
d'un gesto non compiuto
lascia che possa sopire l'ansia
che mi taglia il respiro
lascia che la ruota
giri sempre uguale
fuggi dall'idea che ti nasce dentro
e strozza in gola
le parole che vorresti dire

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 24/02/2015 13:09
    Bella... tipica poesia colloquiale, prosastica... mi ricorda il modo di esternare della Szymborska... piaciuta. ciaociao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0