PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sono io

In contrasto con me stesso
fragile essere inerme
davanti a questi eventi..

vedo il mio passato
e temo il mio futuro,
il mio cuore soffre in silenzio

mi cingo al petto
ciò che mi affligge, l'impotenza
timido impacciato
succube del mio non sapere

mi gira intorno
come un circolo vizioso
mi sovrasta
mi sospinge lontano

senza una meta precisa
naufrago di me stesso
la grande madre Gea

paura e fascino
in contrasto
si toccano si battono
come le nubi intemperanti

ed il lampo che apre,
squarcia tuonando
l'infinita pena della mia anima
cadendo inanime
in un sonno profondo...

 

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 21/11/2015 09:16
    molto apprezzata... complimenti.
  • Rocco Michele LETTINI il 24/02/2015 08:07
    Un cuore che soffre in silenzio? E l'altruismo? Forse morto?
    Strofe toccanti e diligentemente forgiate... FELICE GIORNATA GIUSEPPE

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0