accedi   |   crea nuovo account

Un scritta sul muro

Ti lascio questa scritta sul muro.
Quale muro? quello di casa tua, quello della scuola.
Non ho mai sporcato muri in vita mia
ma questo lo faccio, ora lo scrivo.
Che tu possa ricordarti della mia parola
che fatta vernice è entrata qui
perchè tu la veda,
la veda alzarsi,
questa parola senza suono
che tace la notte e si scalda al giorno.
Tu la vedrai questa scritta fino a che resiste
sbiadita dalla pioggia,
sarà pur sempre la mia voce
quella che ricordi, ma che non vuoi sentire.
Ti lascio questa scritta sul muro.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 26/02/2015 06:44
    Il muro separa, il muro si abbatte o si costruisce... un muro famoso ha diviso il mondo in due, poi quando è scomparso gli uomini non ne hanno compreso le potenzialità, ed è stato il caos. In questo tuo muro c'è voglia di comunicare (mi vengono in mente i cellulari, gli sms, internet che in fondo sono dei muri), c'è voglia di abbattere, voglia di amare.
  • Paolo Villani il 25/02/2015 16:48
    Poesia dal contenuto cinico ma che nasce da un sentimento prima positivo poi meno
  • Anonimo il 25/02/2015 15:31
    anzi ora che ci penso per farti avere punti devo farti una recensione... eccola allora:
    Poesia in stile colloquiale, prosastico, come le ultime tendnze letterarie dimostrano essere al meglio per comunicare in versi... vedasi la grande Wislawa Szymborska, premio Nobel.
    questa è una poesia introspettiva ma che si proietta su persone e fatti che hanno segnato la vita dell'autore... ecco perché appare al lettore come un canto triste, una preghiera gridata, senza rabbia tuttavia ma con una forza espressiva che può ricordare certe battaglie di pensiero...

17 commenti:

  • Francesca La Torre il 04/03/2015 12:11
    Bella poesia intrisa di tristezza e amore, molto originale e nello stesso tempo altamente poetica.
  • Chira il 26/02/2015 09:47
    Lo scrivo sul muro e... prima o poi tu passerai e anche tu leggerai.
    Bellissima la poesia, come il tuo ritorno sui muri di PR.
    Chiara
  • mariateresa morry il 26/02/2015 08:36
    Bello questo tuo commento Vincent, il muro come manifesto delle emozioni!
  • Ellebi il 26/02/2015 00:28
    Si, si tratta di una bella poesia, malinconica ed essenziale, verrebbe voglia di sapere a chi è diretto questo messaggio sul muro, forse a un compagno di scuola, forse è quello di cui conosci l'infanzia. Comunque, calma con queste scritte sui muri, Venezia, la tua Venezia, e un po' anche mia, ci vado di continuo, e assai deturpata da questi scrittori e disegnatori, che in genere, non offrono chissà quali messaggi. Complimenti e saluti.
  • Anonimo il 25/02/2015 19:02
    beh, io ho voglia di dialogare... questa poesia lo merita... Paolo, cosa ne dici?
  • mariateresa morry il 25/02/2015 19:00
    Ma infatti, nulla di offensivo, nel commento di Paolo, era solo da calibrare il significato di "cinico". POi si sa che ognuno è libero di sentire e di percepire il significato ed il senso.
  • Anonimo il 25/02/2015 18:17
    Sono d'accordo con mariateresa... il sentimento non è né cinico, né positivo e nemmeno negativo...è un sentimento che chiede di restare vivi, rispondere, non esiliarsi... direi che la scritta sul muro ben rappresenta questo sentimento... assopita di notte, alla luce del sole di giorno... comunque il commento del signor Villani non era offensivo, anzi...
  • mariateresa morry il 25/02/2015 16:56
    Cinico? Proprio non direi... c'è invece una forza derivante dal convincimento della rassegnazione verso un sentimento dell'altro che non vuole tornare. Come dire, non mi vuoi sentire? Allora te lo scrivo sul muro, fino a quando la scritta durerà...
  • Anonimo il 25/02/2015 16:04
    La stessa cosa è successa a me... quindi comprendo bene... a me è successa almeno 10 o 15 anni prima ma i passi ono gli stessi... ergo, consideriamo la nostra semenza...
  • mariateresa morry il 25/02/2015 16:01
    Riconosco che in questo sito ho incontrato molti bravi Autori e ho ricevuto molti apprezzamenti, io a mia volta ho apprezzato e imparato. Crescendo ed invecchiando tutto si relativizza, comunque scrivevo da circa 30 anni. Proprio giorni fa, mettendo a posto vecchie carte, è emersa una mia piccola raccolta di versi, pubblicata quando avevo 26 anni... ne è passato del tempo. Altre cose sono state pubblicate su giornali, allora non c'era l'on-line...
  • Anonimo il 25/02/2015 15:51
    Puoi postare 153 opere... e poi ne faresti altri di punti... e allora vai, pubblica, diamo una svolta a questo sito... anche tu dovresti riconoscere che qui ti sei formata, bene o male, hai rotto il ghiaccio, sei stata valorizzata... o no?
  • mariateresa morry il 25/02/2015 15:47
    ho 1670 punti, pochi ma credo fidàti...
  • Anonimo il 25/02/2015 15:42
    ma punti ne hai?... pochi immagino... allora sappi che la recensione regala molti punti... quanti non so... io ne avevo 10000, ora sono a 8500
  • Anonimo il 25/02/2015 15:41
    Brava mariateresa... la penso come te... bella ispirazione...
  • mariateresa morry il 25/02/2015 15:39
    Colosio, mi solo ispirata ai tanti muri scritti o se vuoi anche deturpati delle nostre città. Talvolta sui muri si leggono cose bellissime, forse gli ultimi veri esistenzialisti oggi scrivono sui muri...
  • Anonimo il 25/02/2015 15:26
    Dio mio, non ho pensato a questo: e chi vuol mettere gli uni contro gli altri cosa penserà?... ahahah... beh, si farà sentire, me ne farò una ragione. Rimani Maria teresa, puoi essere quella che dà il la a salvare il sito... credimi. Pubblica di tutto... se non hai punti te li do io...
  • Anonimo il 25/02/2015 15:24
    benvenuta nel club di chi nel '68 scriveva che il muro bianco è la morte dell'anima... i muri devono parlare, e per parlare bisogna che gli scriviamo sopra qualcosa, anche con una bella poesia come questa. benvenuta... anzi bentornata... io leggo e giudico quel che leggo, non ho preconcetti, nemmeno uno... mai avuti in vita mia... holahola.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0