accedi   |   crea nuovo account

Partirei

Partirei in quel momento in cui sento che va tutto male,
per convincermi di non aver scelto la cosa sbagliata;
invece sono fossilizzato come chi non sa cosa vuole...
Partirei in quelle notti in cui mi sento prigioniero,
per non avere rimpianti di nessun genere e sorridere;
invece sono fossilizzato come chi non sa cosa vuole...
Partirei ogni volta solo per allontanarmi da quì,
per evadere da qualcosa che non sembra appartenermi;
invece sono fossilizzato come chi non sa cosa vuole...
Partirei in tutti gli altri giorni in cui resisto,
per sentire la forte sensazione di libera felicità;
invece sono fossilizzato come chi non sa cosa vuole...
Fermo ad un bivio senza avanzare, per timore di fallire.

 

0
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 18/03/2015 14:16
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua veramente bella.

3 commenti:

  • Anonimo il 28/02/2015 12:56
    Grazie alla presenza di continue intenzioni affettive la pubblicazione acquista un valore musicale modesto. Piacevole a leggersi!
  • Rocco Michele LETTINI il 26/02/2015 07:25
    Partire... per trapassare quotidianità ormai uggiose... Fantastico poetar... Lieta giornata Gianni
  • mariateresa morry il 25/02/2015 21:12
    una poesia che è quasi un grido di aiuto, ma non è proprio così. È in atto un cambiamento, l'autore ne è consapevole. Forse egli non sa cosa vuole, ma di certo sa cosa NON vuole.. fermo a quel bivio non resterà molto, perchè la Vita chiama... si sentetutto il tuo dilemma, giovane Spada!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0