accedi   |   crea nuovo account

Blue Lagoon (Malta)

L'acqua tiepida
come madre accoglie
Trasparenze impensabili
confondono lo sguardo
Galleggiano nell'aria
le barche incredule
a creare un'ombra
surreale al fondo
Onda calma
che non conosce tempesta
ritorna cadenzata e cheta
sulla pietra bianca di riva
Sabbia bianchissima e sfolgorante
avvolge i piedi
leggera e soave
Meravigliosa natura
che l'occhio mio abbraccia
mare bellissimo da ricordare
mie radici da non dimenticare
Torno sicuro appèna posso
E mentre la barca s'allontanava
riempivo gli occhi
di tanta bellezza
fuggiva una lacrima
giu' sulla guancia
e il cielo rideva
di tanto stupore

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 27/02/2015 14:01
    Omaggio all'incantevole isola in versi straordinari... Lieta giornata.

1 commenti:

  • Marysol il 27/02/2015 18:43
    Grazie Rocco, è autobiografica, l'ultimo soggiorno sapevo essere lontano dal ripetersi... nostalgia infinita e vere lacrime...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0