accedi   |   crea nuovo account

Fuori di qui la campagna

Fuori di qui la campagna
assente nel sole e nei filari.
Lenzuola così fresche non sentivo
da tempo sul letto di vacanza.
Nè ricordo chi
l'ultima volta in questo letto sognò
o in che stagione.
Ma già il disegno della tua nuca
e del respiro
e della tua mano che m'accarezzava il polso
m' appare chiaro come segno di matita.
Resto a pensare a noi,
e ostili instancabili mosche
giocano disuguali
tra le tende e lo specchio.

 

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 28/02/2015 10:53
    La tua scrittura ha la connotazione del dipingere a tinte forti e come tale lascia il segno di sobrie pennellate per distinguerti dalla massa di pseudopoeti o pseudopittori."In medio stat virtus".

1 commenti:

  • vincent corbo il 28/02/2015 11:32
    leggerti è un piacere, ciao e buon fine settimana.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0