PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

D'altra città ... il suo cuore vive

Il calore del sole
ha una pausa notturna

calpesta il petto
acceca gli occhi

per questo
il poeta preferisce le stelle

ama il lontano l'oscuro il non ancora svelato

delizia e strazio
l'amore di un poeta abita sempre in un'altra città su un altro pianeta in un altro universo

 

2
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 01/03/2015 11:51
    Le stelle incantano... come il cuore del poeta... se vive nella purezza... Lieta Domenica Vincè

7 commenti:

  • Breus il 01/03/2015 17:37
    Il poeta vive in altre città su un altro pianeta in un altro universo, io credo che questi luoghi non esistono, il poeta vive la vera vita senza limiti di spazio oppure vive tutti gli spazi e tutti i tempi, purtroppo tutti insieme.
    Così una volta pensavi anche tu Vincenzo.
  • Breus il 01/03/2015 17:35
    Il poeta vive in altre città su un altro pianeta in un altro universo, io credo che questi luoghi non esistono, il poeta vive la vera vita senza limiti di spazio oppure vive tutti gli spazi e tutti i tempi, purtroppo tutti insieme
  • Giuseppe Bellanca il 01/03/2015 11:51
    Bellissima poesia Vincè
    anima poetica sempre
    incisivo.
  • Anonimo il 01/03/2015 09:04
    Capitàno, mio càpitano... casualmente m'imbattei sull'opra tua, vestigia d'arguzia e fine ingegno del popolo che dimorò qui
    un tempo. Capita, capito mi hai? (ma non son sardo).
  • Tore Martino il 01/03/2015 08:38
    E questa poesia la considero fra le tue migliori ti addentri con sagacia nell'animo del poeta definendone un tracciato che è comune a molti compositori di versi, io ne sono distante da tutto questo - Namastè -
  • mariateresa morry il 01/03/2015 07:52
    Capitano, la tua lievità ti distingue sempre. Il poeta è fatto si peraltri mondi, salvo che non sia un hopperiano come me. Però ammiro molto chi porta i propri versi oltre il limite terreno...
  • Anonimo il 01/03/2015 07:19
    E beh, sono d'accordo con questa poesia, ecco il motivo per il quale io non sono poeta... vorrei ma non ce la fò... bella poesia. ciaociao, buon rientro e buona domenica.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0