accedi   |   crea nuovo account

Apologia d'un orgasmo

I sospiri si susseguono,
si rincorrono giocosi,
come i sussulti
inarcano la schiena,
costruiscono creative
immagini mai immaginate.
La vetta è sempre vicina,
si tocca ma scotta
e spesso si resta
a bocca asciutta,
con tanto sudore
e poco ardore.

E c'è chi crede
che si sale e si scende
come su un ascensore
allegre, spensierate, piene d'amore!

 

3
9 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 09/03/2015 09:10
    Andante anche troppo in un modo di scrivere veramente bello. Complimenti!
  • Alessandro il 04/03/2015 21:20
    Spensieratezza e sensualità perfettamente coniugate, direi che sono la ricetta per la felicità, lontano da preconcetti. Così come sono coniugate due presone, uomo e donna (ma anche donna e donna, o uomo e uomo). L'importante, come giustamente fai notare, è che ognuno non trascuri il piacere dell'altro.
  • frivolous b. il 04/03/2015 08:46
    che immagine quelle "piene d'amore".. davvero bella, e tu, davvero brava!
  • Rocco Michele LETTINI il 03/03/2015 20:52
    MEDITO SULLA TUA STROFA DI CHIUSA... PER IMMEDESIMARMI NELLA QUOTIDIANITA' CHE NON VA... PER CAPIRE... PER NON SOFFRIRE...

9 commenti:

  • silvia leuzzi il 05/03/2015 16:45
    Grande Alessandro ben detto, un abbraccio e grazie di avermi letto.
  • silvia leuzzi il 04/03/2015 13:25
    Grazie Stanislao hai centrato il motivo di questa poesia, la difficoltà dell'orgasmo femminile, ovviamente le cose variano da soggetto a soggetto ma spesso sulla nostra pelle la cultura maschile ( alimentata dal meretricio femminile ) ha inventato cose che personalmente non ho mai provato, sarò menomata ma ne conosco parecchie. Il compagno è fondamentale come sempre. Grazie Fri che hai apprezzato la costruzione in cui c'è un costruito gioco di parole ricche di " s " che è poi l'immagine simbolica della spirale e nella spirale si finisce quando si è al colmo del piacere. Quindi non è una poesia scritta di getto perché abitualmente lascio diversi giorni la lirica scritta a penna poi la passo al computer, e questo in risposta a Maria Teresa che l'ha trovata abbozzata ma è tutto voluto poi se non piace... pazienza c'est la vie!
  • Stanislao Mounlisky il 04/03/2015 08:51
    esperienza mi insegna che per le donne è più complicato che per gli uomini... spesso per responsabilità degli uomini che non lo sanno...
    in chiusura e in titolo avverto amara ironia.
    Complimenti
  • silvia leuzzi il 03/03/2015 22:35
    Ringrazio tutti, a chi non è piaciuta mi dispiace, anche a me non piacciono tante delle cose che leggo ma spesso mi astengo dal lasciare commenti inutili; ma, dal momento che ci si espone nel condominio, bisogna aspettarsi qualsiasi commento e umilmente si ringrazia
  • mariateresa morry il 03/03/2015 20:27
    La rivedrei... mi pare scritta un poco in fretta...
  • Anonimo il 03/03/2015 19:30
    Apologia poi... che titolo è? sicura sicura di conoscere il significato di Apologia?...
  • Anonimo il 03/03/2015 19:25
    Urka che brutta... no davvero, cncellala... non può piacere... mah?
    Vabbè, ho deciso, se non la cancelli mi cancello io dal sito... ahahahah... non voglio mescolarmi... ahahahahah
  • cesare righi il 03/03/2015 19:04
    Laura... lapsus freudiano...
    brava Silvia
  • cesare righi il 03/03/2015 19:03
    Beh che dire di questa apologia d'amplesso?
    Mi lascia un po' perplesso,
    forse non ho colto il nesso
    o son sconnesso
    certo e' che per un buon amplesso
    non ci vuole solo sesso.
    o no... boh!
    😨 brava laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0