username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Arcadia

Avresti voluto
ma non puoi dissolvere le nubi e catturare le ombre

puoi solo fare esplodere tutta la tua bellezza
essere luce
richiamando
come una monarca del mare e del cielo la ricchezza dei quattro venti

far tornare il sereno il profumo della gioia e la voglia di canti bucolici

sole prato miele e gregge di fiori

"Ehi hai visto quel mona
pensa realmente di essere una arca

di traghettarci tutti a coppie sull'altra sponda senza disturbare né la musa né l'ultima Parca
le malelingue dicono che se la sia fatta alle quattro del mattino in una notte d'estate giusto prima dell'alba "

 

0
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 06/03/2015 13:50
    Un verseggio che non tralascia la particolarità del protagonismo... Il mio saluto Vincè...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0