accedi   |   crea nuovo account

Negli innumerevoli rivoli dell'io

Quando la voglia di poesia
afferra i miei sogni di uomo
e si mescola con effetti cromatici
allucinanti
alle angosce del vivere
o del non essere

percepisco le sensazioni
del divenire
lento e inesorabile che attanaglia
come fosse fuoco di un castigo divino
l'inesorabile consapevolezza
della mia fragilità

per rinascere
dalla mia essenza primigenia
dell'io immateriale
manifestandosi in caleidoscopio di vita
colorato di tutte le vite che ora percepisco
perché ora io sono

 

2
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 08/03/2015 08:01
    C'è veramente del profondo, lo si vede in questa tua saggia e bella!
  • Vincenzo Capitanucci il 06/03/2015 18:54
    ... entrare nell'io sono come un fiume di luce dai mille rivoli...

1 commenti:

  • Alessandro il 08/03/2015 15:22
    Una presa di coscienza che coincide con un desiderio di rinascita.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0