accedi   |   crea nuovo account

La notte

La luna e le stelle
mi parlano di te.
Ascolto in silenzio
il mesto sussurro
delle canne mosse
dal flebile vento.
Mi raccontano di
un paradiso perduto,
mi raccontano di te,
parlano al mio cuore.
Tu hai cambiato
la mia vuota esistenza,
adesso lieve ci sei.
Nulla sarà come prima
da oggi e fino alla fine
dei miei silenti giorni
sarò la tua muta
compagna.

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 28/05/2016 12:44
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua bellissima davvero!

2 commenti:

  • Anonimo il 19/03/2015 05:25
    Una lirica delicata e soave. Una dedica alla notte, il luogo misterioso e magico dove ogni miracolo accade. E Passato e Futuro s'incontrano e nuove speranze e nuovi sogni nascono. La notte è un momento di forza che racconta, compagna fedele di confidenze. Saggia consigliera di pace. La casa accogliente dove ripararsi. Bella! E bello è il senso di serenità che emana e trasmette. Ma l'esistenza non è mai vuota. Mai silenziosa. "... Ascolto il mesto sussurro delle canne mosse dal flebile vento. Mi raccontano..." "... da oggi e fino alla fine dei miei silenti giorni sarò la tua muta compagna". La notte prende forma, si umanizza, si Anima. Parla... Ci si parla. Con la voce ancestrale del principio.
  • Alessandro il 08/03/2015 15:17
    La notte ascesa a cornice celebrativa per un sentimento potente e inatteso.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0