PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Angeli di china

Se ci incontrassimo in un luogo dove non esistono più sbocchi

saremmo il moto
la grafia
di uno nell'altro

scarabocchi
gettati
in mar d'anima

da un angelo di china

 

0
1 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Verbena il 10/03/2015 12:01
    Caro Vincenzo le tue poesie sono davvero molto personali, il tuo pensiero così vario, così ricco di fantasia, ogni volta mi stupisce e mi par d'essere seduta su di una altalena che mi dondola e mi permette di vedere e capire cose per me impensabili. Bravissimo.
  • Rocco Michele LETTINI il 10/03/2015 09:23
    Scarabocchi che rimangono... perchè unici, perchè aurei...
  • Caterina Russotti il 10/03/2015 08:43
    Bellissima Vincenzo, nel leggerla ho immaginato un disegno appena bozzato con la china di un corpo unico ma "sdoppiato" dalle linee sinuose e delicate.
  • roberto caterina il 10/03/2015 08:24
    Bella immagine, Vincenzo, di un moto che prende vita per disegnare forme sempre più espanse...
  • Paolo Villani il 10/03/2015 08:22
    La lettera scritta come unico sbocco, bella l'immagine dell'angelo di china

1 commenti:

  • Emiliano Francesconi il 11/03/2015 06:43
    Bellissima un angelo di china che dipinge scarabocchi d'amore nell'oceano d'anima che ci contiene!!! Saluti caro Vincent

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0