accedi   |   crea nuovo account

Il rude buon senso

Quando l'iniziale inquietudine
stringe insufficienti parole
che sorvegliano muraglie quotidiane
potenti come il ferro
un suono melodioso è
il sole dell'oceano
da attraversare

dopo

prima
c'è la meraviglia
di barche a remi
grandi e piccole
e di tutti i colori

Sulla sabbia nessuna impronta

Non ci ha preceduto
né ci ha seguito
il fantasma che molto somiglia
al rude buon senso

allora abbiamo preso il largo
con facilità
finalmente invisibili.

 

2
0 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 13/03/2015 14:09
    Un dipinto d'autore io direi, ove una semplice penna sostituisce gli infiniti colori. Complimenti!
  • Alessandro il 12/03/2015 21:22
    Un viaggio liberatorio verso lidi lontani, lontano da fantasmi di omologazione. Complimenti.
  • Rocco Michele LETTINI il 12/03/2015 06:23
    DALLA CHIUSA... LA RISPOSTA ELOQUENTE AL TUO FILOSOFICO VERSEGGIO... CHE SI FA TRATTATO VITALE... LIETA GIORNATA ROBERTO...
  • Vincenzo Capitanucci il 12/03/2015 06:11
    Bellissima Roberto.. abbiamo preso il largo.. lasciando sulla sabbia nessuna impronta..

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0