username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Vecchia

Due noccioline vitree
cerchiate di rosso
incorniciano un sole
ridotto ad un filo di luce

Giunchi di carta pecora
piccoli e stanchi
di chili e chili di sale

Lacrime di bambino
della memoria di una preghiera
per quello che resta

Una foto sul comodino
ed un po' d'acqua calda distratta

Piena di sé
la gente pazza non capisce
che sei ancora una donna
anche se sei vecchia

 

2
4 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 15/03/2015 08:00
    Gli ultimi versi hanno una vita propria e potrebbero essere urlati, mormorati, discussi, cantati. Essere e apparire, la nostra società è molto più sensibile all'apparenza che alla sostanza.
  • Alessandro il 12/03/2015 21:24
    Una società parallela, quella degli oppressi e dei dimenticati. Verseggio nobile.
  • Verbena il 12/03/2015 19:48
    Questa poesia mi riguarda da vicino e mi è piaciuta molto perché dà risalto ad un problema assai importante. Gli antichi onoravano gli anziani ritenendoli autorevoli, saggi e maestri. Oggi l'anziano non merita neppure che lo si faccia sedere sui mezzi pubblici. Io sono vecchia ma vivo la vita come la vivevo 20, 40 anni fa. Nulla è cambiato eccetto una più ampia consapevolezza che nella vita non si è mai finito d'imparare e che la fiducia nei nostri simili diventa sempre più difficile. Belle le metafore e la delicatezza dei tocchi su ogni situazione descritta. Brava Sabrina; non ti conosco ma come puoi capire credo di potermi permettere di darti del Tu.
  • Carmine Impagnatiello il 12/03/2015 14:08
    Mia nonna diceva a figli e nipoti che lei non era vecchia e non aveva rughe. Noi la vedevamo bella come quando era giovane e lei ci minacciava con la mano, se pensavamo di dirle una bugia. La gente è pazza perchè non rispetta la vecchiaia. Mi è piaciuta.
  • roberto caterina il 12/03/2015 13:25
    Tocca un tema molto importante con sensibilità: quello del rimanere donne (e uomini)nella terza o quarta età: è un problema che, come tu dici, solo la gente pazza non capisce. Un piccolo refuso in quarta strofa, manca uno spazio dopo un po'... poi in quinta strofa è sé oppure se? Ciao, complimenti.

4 commenti:

  • Emanuele Perrone il 21/03/2015 21:31
    mi e piaciuta, complimenti
  • Sabrina C. P. il 13/03/2015 19:06
    Finalmente sono riuscita a sistemare il testo. Ringrazio Roberto per avermi fatto presente i resusi.
  • Sabrina C. P. il 13/03/2015 17:12
    mi spiace per il testo. ho apportato una correzione e non riesco più a incolonnare la strofe come prima
  • Sabrina C. P. il 13/03/2015 17:02
    Vi ringrazio per le recensioni

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0