accedi   |   crea nuovo account

Fatti voi foste

" Fatti non foste a viver come bruti..."

Ancor oggi mi chiedo, padre Dante,
chi mai apprezzò la virtù della conoscenza,
vista la proverbiale demenza
di queste menti umane senza semenza.

Indarno Ulisse immolasti ad esempio!
Indarno gridasti, oh Dante mio!

Si vagola come anime sperse,
i gironi tuoi sono affollati,
i fogli della Divina spiegazzati,
imparati per imparare
tanto per sembrare.

Forse t' illudesti, Dante mio!

Fatti noi fummo per viver come bruti,
per vendere a basso costo la conoscenza,
per bramare al peggio della sapienza,
per scambiare la virtù con l'arroganza.

 

2
2 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ciro giordano il 14/03/2015 20:29
    amara riflessione sulla nostra epoca che ha dimenticato l'insegnamento dei padri... sono epoche, per fortuna l'essere umano è volubile, scambiamo per buio assoluto il tramonto di una civilta...
  • Ezio Grieco il 13/03/2015 10:25
    .. ed io l'avrei chiusa: tanto così, per ingozzar la panza...
    L'ho... deturpata?
    .. e comunque resta un post VALIDISSIMO e anche di spessore.
    cl
  • Paolo Villani il 13/03/2015 09:12
    Gli umani sono contradditori e in questa poesia l'autrice lo fa notare con toni iperbolici.
  • Rocco Michele LETTINI il 13/03/2015 07:46
    UNA QUARTINA DI CHIUSA MAGNIFICA... CHE FEDELMENTE AVVALLA QUANTO DECANTATO DILIGENTEMENTE...
    LIETA GIORNATA SILVIA
  • Anonimo il 13/03/2015 07:06
    Vero... ma ormai è tardi... bisognava pensarci prima...

2 commenti:

  • silvia leuzzi il 13/03/2015 17:31
    Grazie amici sono felice vi sia piaciuta
  • silvia leuzzi il 13/03/2015 08:44
    Prima o dopo, caro anonimo, conta poco. A volte basterebbe ricordarcelo, così di prima mattina, per smontare la nostra vanità di umani.
    Grazie Rocco sono contenta che ti sia piaciuta.
    Un abbraccio a voi e buona giornata

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0