PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Anche

E la bellezza è una differenza
Dove il simile non lo è più
E il dissimile ha imparato
A muoversi con grazia
Acquistando calore
In cambio di luce

Uguale
L'inizio che dà conforto
Salva un Dio
Dalla sua creazione

Quando poi la luce a poco a poco restituita
È ridiventata
La stessa per tutti
Non si può tornare più indietro

Crescere è allontanarsi
E
Chi dimentica
Chi ricorda
Chi trattiene le scure stelle
A sigillo di certezza

Sa che ciò che è bello rimane
Nel buio del dissimile
Anche.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 16/03/2015 04:17
    sempre interessanti le tue, complimenti, mi scusi la signora silvia, se dissentisco, ma le parole non sono puttanelle, tutto dipende da chi le usa a renderle sia belle che brutte
  • silvia leuzzi il 15/03/2015 09:30
    Sono la prima, sicuramente di una lunga fila di elogi. Roberto apprezzo molto i tuoi lavori, si vede la ricerca poetico emotiva e la sperimentazione di concetti, che seppur chiari e comprensibili, hanno in se stessi quel pizzico di sensuale mistero, che fanno della poesia la regina della sensualità. Dico na marea de cazzate ahahhh spero di no o forse sì, ma la poesia è pazzia, è l'irrazionale che si concretizza nella magia della parola e le parole lo sappiamo sono delle puttanelle allegre e malvagie.
    Basta ho sproloquiato troppo un abbraccio e mi delizio con la tua chiusa che è bellissima:
    " Sa che ciò che è bello rimane
    Nel buio del dissimile
    Anche."

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0