accedi   |   crea nuovo account

Orlando

"Oh gran bontà dei cavalieri antiqui"
I loro nomi percorrono il mondo
E un bimbo si chiama Orlando
E fonda una città distante
Dove il mare ha i tesori
nascosti dai pirati
È un figlio un
po' folle e
canta
con
la
O
Il
tuo
canto
riprende
quell'amore
svanito facilmente
come nube impazzita
Nuove nascite sono rivali
da sempre fedeli ai tuoi occhi
"verde piante, erbette liete" mai
dimenticate nel vaneggiar del tempo
di questa nostra così crudele saggezza.

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 18/03/2015 14:20
    Una clessidra del tempo incantata dal tuo dolce verseggiare. Complimenti vivissimi!

1 commenti:

  • silvia leuzzi il 16/03/2015 10:51
    MA GUARDA CHE VERSI INTRIGANTI, sia nel suo significato, nel significante e pure come si presenta, bravo bravo poeta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0