PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Siediti accanto a me

Siediti qui accanto a me
e raccontami la tua storia antica

Di quando la tristezza aveva fame
e i bambini giocavano con le valigie di cartone
Vieni qui accanto a me
mio anziano genitore
e raccontami le tue nostalgie
di quando da bambino tutto era spoglio e semplice

I mandorli in fiore erano più belli!
...
Quanti sassi nelle povere scarpe!

Ti ricordi papà della luna piena?
Allora non era così piena di sogni
Bastavano pochi raggi di sole
un cappottino
il sorriso della mamma
e il conforto dei fratellini

La luna la notte riposava in pace...

Siediti qui papà e raccontami della guerra

Ecco... è scesa una lacrima fredda!
La guerra non si può raccontare
si perdono i ricordi nelle ombre
i suoi boati folli e i rumori nell'oscurità

 

5
6 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • roberto caterina il 18/03/2015 13:43
    Molto bella Karen e ben tornata con un tema sentito e attuale...
  • frivolous b. il 18/03/2015 10:16
    sai che ti trovo più brava? Questa tua bella e delicata poesia mi ha fatto pensare a poeti e romanzieri siciliani di anni passati... brava!
  • Domiziana Gigliotti il 18/03/2015 10:07
    "Bastavano pochi raggi di sole
    un cappottino
    il sorriso della mamma
    e il conforto dei fratellini" che bei tempi...;tutto era molto più sereno, la famiglia unita dal vero Amore, dall'Affetto profondo e sincero. Un testo molto intenso che mi ha portato indietro nel tempo quando anch'io ho vissuto di questi momenti. Auguri a tutti i papà e serena giornata a te.
  • Vincenzo Capitanucci il 18/03/2015 09:30
    è meravigliosa Karen... per dolcezza di parole... Memorie di un mandorlo in fiore..
  • Rocco Michele LETTINI il 18/03/2015 08:41
    Una dedica col cuore... a chi si dedica con amore. Versi che ravvivano... Auguri a tutti i papà...

6 commenti:

  • Dora Forino il 20/04/2015 10:43
    Versi che ripercorrono il tempo della fanciullezza, con il presente.
    Una dedica tenera e dolce per il tuo papà, che seduto accanto a te, lacrima... non si può raccontare la guerra, non si può... si perdono i ricordi nelle ombre del passato.
  • Gianni Spadavecchia il 03/04/2015 17:14
    Una dedica favolosa che elenca quel passato più vero, più genuino, più vissuto.
    Quando i sassolini riempivano le povere scarpe, quando si ammirava un cielo stellato;quando si aveva il cuore più puro e innocente.
  • francesca all il 18/03/2015 19:00
    Mi è piaciuta davvero tanto.. fa riflettere su quanto oggi si sia sempre insoddisfatti e mai del tutto appagati..
  • loretta margherita citarei il 18/03/2015 18:02
    dolcissima poesia, mi ha suscitato grandi emozioni
  • anna marinelli il 18/03/2015 13:25
    é una poesia Meravigliosa che ho amato dal primo verso!!! Bravissima, complimenti Karen.
  • karen tognini il 18/03/2015 11:42
    Grazie Frivolus... carinissimo... grazie a tutti voi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0