PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'ispirazione

Tanto e tale fu il tuo assillo
dal profondo all'eterna fonte
che esausta ti ispirai
e talora anche ti dettai.
Un consiglio di vero cuore...
sei sprecato con la penna
e negato per la scrittura.
Datti all'ippica o meglio
alle tue care schedine
ma se perdi non rompere più.
Mettiamo fine
a questa rovinosa alleanza
dopo anni di tortura,
io dall'alto e tu da giù,
perché davvero non se ne può più.
Solo così avremo finalmente pace
e dormiremo entrambi di più.

 

1
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 19/03/2015 11:24
    Anche una schedina diventa poesia, soprattutto se ben giocata. Versi comunque scorrevoli e musicali da renderti omaggio con un plauso ben meritato.
  • Rocco Michele LETTINI il 19/03/2015 08:02
    DAI DUE POLI... UNA VENTATA DI ENERGIA... PER DAR VIGORE A LA QUOTIDIANITA'... MERAVIGLIOSO POETAR...
  • Vincenzo Capitanucci il 19/03/2015 06:49
    anche l'ispirazione invece di un caro asilo può diventare un assillo.. ti sveglia di notte senza preavviso.. e ti dice metti uno.. x.. o due.. e non riesci mai con la fortuna e la sorte a pareggiare i conti.. Buona festa Francesco..

1 commenti:

  • Francesco Andrea Maiello il 19/03/2015 08:44
    Vi confido, caro Vincenzo e Michele, che la vita tra l'1x2 (calcioscommesse) di giorno e le rime (poesie) di notte è dura... mettendo da parte i lamenti dei miei pazienti!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0