PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'io sconosciuto ed il ristoro corporeo delle ante

Essendo affamato
di tavole dipinte
e
avendo un piccolo gruppo di persone tutte mie da sfamare

chiesi
in giro

per sapere dove
era ubicato nel corpo

il ristorante dell'anima
e
la galleria dei sacri uffizi

ma nessuno seppe veramente rispondermi

il più sincero d'un tratto mi disse

Sai
anche se vivi in un posto da sempre non è che lo conosci tanto

 

1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Verbena il 24/03/2015 12:52
    Bellissimo e profondo pensiero, contenuto pieno di poesia. Il ristorante dell'anima dovrebbe essere nel cuore delle persone, non sempre lo troviamo.
  • Rocco Michele LETTINI il 24/03/2015 08:24
    Una risposta in chiusa: che ti onora come poeta e diciamolo pure... come aforista (sublime quanto declamato)...

1 commenti:

  • Ada Piras il 24/03/2015 15:54
    Chissà come sarebbe... magari mangeremmo poesie... come questa

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0