username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Monasteri trasformati in resorts

Non è causa d'amore
Né di vago sapere
Attendere un noioso incendio
In finti eremi
Dove un doppio oltraggio
Reca all'anima innamorata
Dolente sorte
Mescolata d'amaro
E di forsennati errori
In spenti cieli

Ma variando alla memoria
L'interno ardore
Il Vostro canto
È viva scintilla
Dell'affetto sapiente
Che respinge l'orgoglio
E ascolta la vera gloria
Di quella luce che
Non è torbido splendore
Ma lieve favilla
E sorriso
E saggia amante.

 

3
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 26/03/2015 04:31
    Monasteri trasformati in resorts.. e le chiese in musei.. è questo paradossalmente il ritorno del divino amore.. lieta favilla.. sorriso.. e saggia amante..
  • ciro giordano il 25/03/2015 21:52
    sento indignazione temperata da una riflessione filosofica e disincantata, c'è una luce, fioca ma presente in questa tua
  • Rocco Michele LETTINI il 25/03/2015 10:31
    Una luce che penetra nei tuoi meravigliosi versi... Straordinario da sempre Roberto...

1 commenti:

  • Sabrina C. P. il 25/03/2015 10:02
    la tua scrittura è una garanzia e sento molto il cuore di queste parole

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0