accedi   |   crea nuovo account

Lou coumpagn dl'om (il pettirosso)

versione originale in patois

Ou beiguet andins
forse e li bastet ve'
por sintir menu freet
ouro' que quasi e neet.

Pe' quant que saiou
ou scapet sbaruva'
me que voudri' famlou amis
que ou'n moustreiset a voular.

Al briotes
ou sount soun dinar
sue coulor la mio spronsi
ansembiou au soun tchantar



TRADUZIONE

Lui guarda dentro
forse gli basta vedere
per sentire meno freddo
ora che quasi nevica.

Poi quando esco
fugge spaventato
e pensare che vorrei farmelo amico
che mi insegnasse a volare.

Le mie briciole
sono il suo pranzo
i suoi colori la mia speranza
insieme al suo cantare.

 

0
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 01/04/2015 17:39
    L'originale ha un non so che di straordinario, che ti trascina e ti porta via nelle ali di una fantasia che non ha fine. Bellissima anche nella traduzione.
  • roberto caterina il 29/03/2015 09:30
    La classicità del tema insieme al patois conferisce una certa atemporalità al tutto con un risultato non male...

2 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 09/04/2015 09:14
    Di solito io non regalo niente, mi devi quindi una recensione e un commento, a meno che non sei un fantasma!
  • Stanislao Mounlisky il 27/03/2015 06:27
    grazioso quadro, simpatico modo di far assaporare il patois

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0