PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Quanto sei mia

Quanto sei mia.
Seppur troppo bella,
Pronunci il mio nome.
E il sussulto delle tue labbra
Sì riflette ai miei occhi
Come la grazia d'un cigno
Alle rive del lago.

Quanto sei mia,
Radice d'eccitazione.
L'intenso principio
D'incendio nella mia foresta.
Sei fiamma
Nella selva
Delle mie più celate fantasie.

Quanto sei mia.
La tua cascata è per il mio fiume.
Tu la mia savana ed io la tua Africa.
Tu crei l'eclissi,
Dove tutto s'oscura,
Ma dove regna la luce del tuo sguardo,
Che fa abbracciare i nostri corpi.

 

2
2 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 27/03/2015 09:54
    Si spazia nel decantare la donna amata da una visione lacuale ad una quasi senza confini dove l'amore sa inglobare ogni cosa. Nell'idea del possesso una passione sincera, complimenti.
  • Vincenzo Capitanucci il 27/03/2015 08:10
    Sei fiamma.. sei selva.. sei incendio di foresta.. dove regna la luce del tuo sguardo... i nostri corpi si abbracciano nelle ali di un cigno.. Bravo Francesco..
  • gianni castagneri il 27/03/2015 05:57
    quando ci sembra impossibile di amare e di essere riamati proprio da QUELLA persona... e si vola, un volo a quattro ali... bellissima!
  • eurofederico il 27/03/2015 05:53
    molto bella! tenera e passionale allo stesso tempo!

2 commenti:

  • silvia ragazzoni il 27/03/2015 09:45
    Bellissima Francesco!
    La chiusa è straordinaria!
  • Ada Piras il 27/03/2015 09:31
    Mi piacciono molto queste assonanze...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0