username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Amore di ordianria follia

Mordo le tue labbra
la primavera mi esplode in bocca

ingoio petali di rose
gocce vermiglie
inceppano il respiro
magma vivo
dalle nostre fauci vulcaniche
paradiso di fuoco
a incendiare la notte
e le argentee stelle
sui vetri stilizzate

ti amerò e tu sarai regina
ti cullerò e tu sarai bambina

Mia, mentre le dita brulicano
come vermi sul tuo ginocchio
Mia, mentre rubo un sorriso
strappato al tuo viso
Mia, bambola già cresciuta
donna futura nel mio celeste.

Cos'è allora quel velo di tristezza?

Ti ho portato zucchero filato
e palloncini colorati
a riempire di festa
la tua giovane stanza
bolle di sapone esplodono
sulla tua pelle
sui vestiti disegnati
sulle gote accarezzate.

Cos'è allora quell'anima grave?

Tra poco saremo
un orizzonte intrecciato
di onde e nuvole
ricamate dalla sera
di braccia allacciate
in graziosi ghirigori
angeli e amanti
di cuori divorati

Cos'è allora quello sguardo chino?

 

0
3 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Francesca La Torre il 09/04/2015 19:34
    Mi dispiace, la poesia e' bella, originale, ma non ho capito il finale, proprio le ultime due righe.
  • Sabrina C. P. il 28/03/2015 18:53
    è molto bella... poi pian piano avrai uno stile che sarà una firma perchè hai la passione... si intravede fra i versi
  • gianni castagneri il 28/03/2015 17:12
    bella, ma non il finale... sarebbe stata bella anche senza l'ultimo punto interrogativo... e lasciare al lettore una sua interpretazione o risposta!
  • silvia leuzzi il 28/03/2015 11:26
    Il finale la rende veramente particolare. Armonia di una combinazione di parole d'amore che riescono a stupire. Ciao
  • Carmine Impagnatiello il 28/03/2015 08:04
    Ho dei dubbi sul vero significato dei versi ma una luce mi dà spazio nei versi finali.

3 commenti:

  • francesco giuffrida il 09/04/2015 20:01
    Avete Ragione... l'ultima riga è davvero superflua.
    correggo...
  • francesco giuffrida il 28/03/2015 18:52
    Mi sa che hai ragione Gianni. ..
    ci sta proprio pensando.
    Grazie!
  • francesco giuffrida il 28/03/2015 11:34
    Ciao, intanto grazie a tutti!
    Carmine, quali sono i dubbi?
    Spero che il tema dei miei scadenti versi
    sia intuibile. .

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0