username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

I miei sogni

Distanti come polveriere
non conosciamo
che i nostri bisogni

inseguo le mie orme
pazzo fin dalla nascita
povero di spirito
disperdo le mie ceneri

sento il bisogno
di sentire altre vite
che dalla mia
sono sparite veloci
o lente

i miei sogni sono ancora
gracili, disegnati
dalle mani di un bambino.

 

1
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 29/03/2015 08:40
    bella Vincent... fin dalla mia nascita inseguo le mie orme.. e i miei sogni.. sono disegnate dalle mani di un bambino.. sporche d'inchiostro..
  • ciro giordano il 28/03/2015 21:13
    sincera, in qualche modo anche impietosa verso se stessi, ma va bene così... in particolare mi è piaciuta l'ultima strofa

3 commenti:

  • Rosarita De Martino il 19/04/2015 19:09
    Ma guarda... non mi sembri affatto "povero di spirito" perché possiedi il dono della poesia che sa scavare dentro l'anima e può ricercare "spazi di luce e di speranza". Auguri poetici! Rosarita
  • silvia ragazzoni il 29/03/2015 09:44
    Molto bella... arriva... la chiusa piaciuta tantissimo
  • Salvatore Romeo il 28/03/2015 20:27
    Molto belle le immagine che crei.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0