accedi   |   crea nuovo account

Risorse interne

Si avvolse così tanto
nella fisicità del suo corpo
da non vedere neanche più uno straccio di cielo

ma
le fate del bosco
e
gli gnomi della terra

lo nutrirono di miele e lo vestirono con lamine d'oro

come se fosse

un uomo morto
nel cuore

da riportare

celermente in vita

 

2
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 31/03/2015 17:16
    Un plauso sincero e dovuto per questa tua eccezionale davvero.
  • francesco contardi il 30/03/2015 15:59
    Sfruttare al massimo le proprie risorse interne. ... tu ne hai costruito poesia! Su ogni cosa crei poesia! Ciao Vincenzo Buona serata
  • Rocco Michele LETTINI il 30/03/2015 08:41
    LE RISORSE INTERNE POETIZZATE COME UNA DOLCE FAVOLA... FATE DEL BOSCO... GNOMI DELLA TERRA... IN UN RINASCERE VITALE... NON SOLO CRETIVITA' VINCE'... C'È UN CUORE ALLO STATO DI PUREZZA...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0