username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Una verità vecchia assai

Scopro ora che la novità
è una verità vecchia assai.
Il mare suggerisce storie
ma si perdono tra le onde,
la porta di quel convento
non sta ferma, geme e cigola,
sbatte forsennata al vento.
Le bugie che si raccontano
sanno di pane poco lievitato,
sono riflesso della perdizione,
un cuore di donna ingeneroso
che truffa il sangue nelle vene.
Il Signore sempre ci accompagni
con un ramo rigido di castagno,
all'occorrenza sia ben di sprone
a confondere i mali vizi, i peccati.
La novità è una storia vecchia,
il desiderio strano ma vero di bontà,
amore stretto alle braccia in croce.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Marysol il 05/12/2015 06:55
    È vero... a volte ciò che crediamo una novità, una verità celata, in realtà è sempre stata sotto i nostri occhi, ma non volevamo vedere...
    Allora, ci auguriamo che Iddio, ci sia sempre un po' vicino, per castigarci, se sbagliamo e continuiamo a farlo.
    Ma forse, questa è la nostra croce, e non vogliamo scendere troppo presto...
    Bello spunto di riflessione Carmine.
    Saluti a te

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0