PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il fatto

Io sento na voce ne lo core battere forte
che m'adduce a laudare le tu' bele sembianze;
curve perfette han ben segnato la tua sorte
che fan linea co tutti li gusti san discordanze.

Giallo passir de li anni fuiti nun toglie
li colori de l'amore in vermiglio,
da farti seppur in età aver le doglie,
ed in questo mese d'april coglier lo miglio.

E lo fiore aprirsi bello e gentil
li occhi nostri grati veder
a lo sole pazzerello d'or;

io om nun vile lo prenno como mio tesor,
e co no po' de fortuna lo alleviamo
co' tutto quel nostro dovuto amor.

 

1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 02/04/2015 05:21
    m'adduce a laudare le tu' bele sembianze.. molto bello Don..
  • Rocco Michele LETTINI il 01/04/2015 21:19
    Amorevole il sentimento... Incantevole l'intiero versicolato... Mirabilmente Don...

1 commenti:

  • Ellebi il 02/04/2015 12:49
    Faccio un po' fatica a seguire a causa del tipo di linguaggio poetico, ma ne colgo l'intima armonia, ottima Don, un saluto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0