accedi   |   crea nuovo account

Sporca e limpida anima sua

Malvagità del suo spirito freddo di calore..
Felicità del suo occhio scrutante..
Ambiguità del suo morente respiro vivo..

Sguardo accecante arriva.

Eccoti morte mia,
vieni a prendermi..
Legami a lei come fossi patita di fame saziante..

Attendo il rumore dei tuoi silenziosi passi.

Il mio cuore duole.

Le mie labbra sorridono malinconicamente nella curva del mio bianco e sporco seno.

Incatenata alla sua anima
Ballo con la sua realtà incolore.

Germoglio..

In una vellutata rosa blu

Desidero pungere il tuo cuore sentendo forte a me il tuo piacevole dolore.

 

2
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Stanislao Mounlisky il 03/04/2015 12:56
    l'essere la poesia fortemente introspettiva non ne limita il messaggio; ossimori... ossimori... ossimori...
  • Rocco Michele LETTINI il 02/04/2015 17:07
    Toccante nel suo acuto versicolare... Coraggio Giulia la vita sorriderà anche in te...

1 commenti:

  • Anonimo il 04/04/2015 00:19
    Non posso risponderti se disattivi i messaggi...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0