username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sulla croce

Sulla croce,
su una croce qualsiasi,
aprirei le braccia
dell'uomo malvagio,
gli ordinerei di tacere,
di pensare al dolore
inferto a piene mani,
di riconoscersi reo
e di gridare le sue colpe.
Sulla croce,
su una croce di ruvido legno
stirerei legamenti e ossa
di chi non è il Cristo
perchè la sua è natura umana
degna della sofferenza eterna.
Sulla croce,
su una croce di sangue e fuoco,
brucerei la malvagità dell'empio
che uccide la pietà cristiana.
Chiederei perdono a te, o Dio!

 

1
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 09/04/2015 08:36
    Veramente molto piaciuta e quindi apprezzata questa tua sublime!
  • Anonimo il 06/04/2015 16:33
    Un testo incisivo nell'emblematico contenuto che vuole esprimere una condanna al male. A mio modesto parere, è il perdono a rappresentare sempre il mezzo per superare ogni tipo di violenza. Concordo pure io con l'opinione di Vincenzo Capitanucci. Ad entrambi lascio gli auguri più gioiosi e luminosi per una serena Pasquetta.
  • Vincenzo Capitanucci il 05/04/2015 15:12
    Su un croce.. come su un crocevia qualsiasi transita il mondo.. la priorità è sempre data al Perdono... Buona Pasqua Carmine.. molto bella..

3 commenti:

  • Marysol il 05/12/2015 06:57
    Molto bella Carmine, nella sua reale crudezza, t'ascoltasse Dio...
  • Fabio Mancini il 23/04/2015 13:24
    Piuttosto dura per essere una poesia! Ciao, Fabio.
  • Carmine Impagnatiello il 21/04/2015 08:16
    Una disattenzione compensata dal mio dire grazie assai. Ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0