accedi   |   crea nuovo account

Eppur così non finisce

Sono figlio del peccato,
ove i miei genitori
mi generarono,
non per amore,
ma per scommessa,
e dicendo a me
di avermi trovato sotto un cavolo,
credono di avermi fatto cavolo.

 

1
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 09/04/2015 18:25
    Sei un uomo corretto... e ne puoi essere orgoglioso... Coraggio Don
  • Vincenzo Capitanucci il 09/04/2015 16:53
    Non finisce così .. anche i cavoli.. sulla mensa del Signore.. trovano il loro volo.. non è importante se siamo nati.. per amore.. per scommessa o per sbaglio.. l'importante è il dopo.. quel valore aggiunto che abbiamo saputo dare alla nostra vita.. bravo Don...

3 commenti:

  • Paolo Villani il 10/04/2015 09:09
    tu non sei figlio del peccato, quello originale trasmesso dai tuoi genitori è stato cancellato col Battesimo; se per figlio del peccato intendi dire che sei peccatore non ti preoccupare, lo siamo tutti.
  • Nico Posillipo il 10/04/2015 01:09
    ahah molto carina e simparica complimenti
  • Gianni Spadavecchia il 09/04/2015 18:48
    Poesia simpatica e al contempo triste. Mi piace molto.
    P. S. La ringrazio per l'elogio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0