PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

I Am Me

Primo concetto del bello
arbitro e predestinato abito schietto di ogni arbitrio nero

chi si svela s'illumina

essendo la vela oltre che una raccoglitrice di venti è anche una fischiettante candela degli anni sessanta in veste di libero fallo posta allo stadio in poppa di prua

Se il canto non nuore al mare

(prima maschera canto sta per incanto come morire per oltrepassare e mare come infinito)

non si apre al neonato

(seconda maschera
la maschera può essere simbolo di falsità e carnevale di un bambino felice di essere altro a se stesso

ma può essere anche una graziosa fanciulla che vi guida con la sua pila attraverso i gradini bui di un cinema di periferia

ma tu che ne sai disse Mogol al Battista delle botte prese in casa da una donna
nessuno è poeta per il proprio cameriere tanto meno profeta e santo se non perde su piatto d'oro e d'argento la testa)

la finestra

(terza maschera di una nomade ginestra o di un gin monade in un extra di ebbrezza bevuto sul monte monastero di chi-ara-valle)

di un divino beato fiato

(quarta maschera dove fiato potrebbe anche stare per essere iato della parola spagnola Fi-e-stà Ma-no-lo es o della parola napoletana iamme in funi di coda e fiamme in colla di cola del povero zio Nicola ridotto a calcina spenta )

Un genio per non stare troppo al sole
spesso si nasconde in un umile fiore di geranio

o dietro ad un testo interminabile che nessuno giustamente legge per la semplice legge che si può ottenere tutto senza fare il minimo sforzo

basta essere atto
e chiamare su di sé la potenza del fulmine ed il calore della fiamma

12

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 13/04/2015 14:34
    Oltre alla lunghezza, che non credevo fosse ancora il tuo stile, il resto è ineccepibile.
  • Rocco Michele LETTINI il 13/04/2015 07:55
    Chi si svela s'illumina e scorre insieme a Te ridendo e piangendo di contemporanea mente... ottimo aforisma a corona di quanto di catartico hai straordinariamente forgiati... Eccelso solo da te - Lieta settimana.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0