accedi   |   crea nuovo account

APPESO AD UN AQUILONE

Sto viaggiando appeso al lungo filo
dell'aquilone della fantasia,
mi libro in cielo, mentre pian piano
la terra sotto me se ne va via.

Diventato un puntino nell'immenso,
in compagnia di bianche nuvolette,
provo un'intensa gioia dentro al petto,
che di gridar la voglia già mi mette.

Vedo rimpicciolirsi uomini e cose,
non mi arriva il brusio della vita,
rimango a galleggiar dentro il silenzio,
pago che ogni angoscia sia finita.

Ma  un suono alle mie spalle mi ridesta:
davanti a me il semaforo è già verde,
bisogna che riprenda la mia corsa
e il sogno già nel traffico si perde.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 06/08/2010 17:55
    sognare ad occhi aperti e svegliarsi... ma per un istante che meraviglia!
  • Cinzia Gargiulo il 19/10/2007 15:39
    Un brusco risveglio da un volo di fantasia stupendo...
    Molto bella!
    Ciao
  • EKIPS _ il 10/10/2007 03:06
    Molto piacevole! Sapiente uso della rima! Simpatico anche il contenuto. Bravo!
    Un saluto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0