PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il cielo di Taranto

Una tarda primavera
fa tornare il sole
che avevamo aspettato
come il primo desiderio.

Però si guarda in su
oltre questo cielo
rosso

senza passione

eppure l'abbiamo

sta sopita
sotto il mare

sopra e sotto intossicato
questo cielo addormentato

sta fermo ed aspetta il suo destino
come Taras sul dorso del delfino.

 

3
4 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 16/05/2015 20:09
    Dir la propria in versi belli è da vero poeta.
  • Anonimo il 14/04/2015 10:21
    Un poesia molto più politica di quel che sembra a tutta prima. Il rosso del cielo è la denuncia porta a noi con la grazia, propria di questo autore, che non ama i toni aspri ma che in quel suo candore nasconde la tristezza di un mondo che pare addormentato o forse drogato e che sembra incapace di reagire. L'Italia tutta è rappresentata in quel cielo drogato e addormentato che attende una soluzione a tanto dolore. Taranto sicuramente è bellissima, forse la visiterò un giorno, ma di certo dietro una città si nasconde una nazione che è ora che si svegli per dare risposta ai suoi figli. Bella Antonio davvero
  • Vincenzo Capitanucci il 14/04/2015 10:00
    bellissima Antonio.. sta fermo.. ed aspetta il suo destino.. mentre onde di persone.. mormorano.. rabbia e dolore..

4 commenti:

  • Anonimo il 14/04/2015 10:21
    Un poesia molto più politica di quel che sembra a tutta prima. Il rosso del cielo è la denuncia porta a noi con la grazia, propria di questo autore, che non ama i toni aspri ma che in quel suo candore nasconde la tristezza di un mondo che pare addormentato o forse drogato e che sembra incapace di reagire. L'Italia tutta è rappresentata in quel cielo drogato e addormentato che attende una soluzione a tanto dolore. Taranto sicuramente è bellissima, forse la visiterò un giorno, ma di certo dietro una città si nasconde una nazione che è ora che si svegli per dare risposta ai suoi figli. Bella Antonio davvero
  • Anonimo il 14/04/2015 10:21
    Un poesia molto più politica di quel che sembra a tutta prima. Il rosso del cielo è la denuncia porta a noi con la grazia, propria di questo autore, che non ama i toni aspri ma che in quel suo candore nasconde la tristezza di un mondo che pare addormentato o forse drogato e che sembra incapace di reagire. L'Italia tutta è rappresentata in quel cielo drogato e addormentato che attende una soluzione a tanto dolore. Taranto sicuramente è bellissima, forse la visiterò un giorno, ma di certo dietro una città si nasconde una nazione che è ora che si svegli per dare risposta ai suoi figli. Bella Antonio davvero
  • virginia poggi il 14/04/2015 07:35
    la nostra Taranto... nel cuore... anch'io figlia di una città per la quale, a descriverla, le emozioni soffocano le parole. lei è lei. tra semplicità, paradossi, umanità e occhi offuscati anche da questa patina rossa... ed i nostri mari nel mezzo. bellissima poesia, grazie per le emozioni che mi hai trasmesso.
  • Chira il 13/04/2015 18:47
    Magnifico il rimando mitologico del figlio della ninfa e di Poseidone, come aver voluto portare un alone di purezza all'oggi, tornando alle origini della tua amatissima città. Si per la speranza e per la passione. Bella bella, Antonio.
    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0