accedi   |   crea nuovo account

Io, Capitanucci e... Johann Wolfgang Goethe

Poesia (Capitanucci) Haiku (Lettini) Aforisma (Goethe)

L'Eterna Sibillina
La gente

qui

sulla terra

di disperazione

m'invecchia

<=>

Vedo la bianca chioma:
'na stilla corre
lungo le rughe!

<=>

Il vecchio perde uno dei maggiori diritti dell'uomo: non viene più giudicato dai suoi simili.

 

1
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 19/04/2015 10:03
    Non concordo con l'aforisma, mi piace molto il tuo haiku e il Capitanucci lo commento a parte.
  • Dora Forino il 15/04/2015 10:37
    Ed anche oggi, bugie su bugie, su tutto; su ció che leggiamo sui giornali, su ció ci si dispera, grida, protesta, contro il potere, e i vecchi perdono uno dei maggiori diritti dell'uomo la libertà: non più giudicati dai suoi simili. Una società che non ha più dei valori veri, anche i giovani si sposano e i matrimoni si sfasciano in tempi brevissimi; cosi celebrata, cosí abusata in pubblico, è poi un dramma e una sofferenza, per un governo che abusa ai danni dei cittadini.
    Speriamo che gli uomini al potere si ravvedano!
    Grazie
  • Vincenzo Capitanucci il 14/04/2015 08:59
    è un grande dolore vedere invecchiare le persone.. ed in quel dolore come in ogni altro dolore s'invecchia.. ed una lacrima.. scava una ruga.. profonda come una tomba.. ed il vecchio viene.. dimenticato dai suoi simili... .. grazie Michele..

1 commenti:

  • Fabio Mancini il 23/04/2015 11:44
    Bellissimo il tuo aforisma! Ciao, Fabio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0