PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Vecchio dipinto (olio su tela)

E questa morbida luce
di lato colpisce il mio viso
spegnendo cupo pensiero
di anni pesante fardello.
Son orme ma non di lontano
vicino son chiare al percorso
se resto davanti al portone
non riesco a vedere quel bosco.
È pieno di scritte sui tronchi
segnati da lame d'amore
tenera corteccia di faggio
come tenero rimane il mio cuore.
E poi scorre tutto di fianco
cercando preghiere lontane
di voci sopite dal tempo
che urla si senton di notte.
E io sono in mezzo a quel quadro
dipinto che ancora non c'èro
un muro di sassi di fronte
e un prato leggero di dietro.
Se olio su tela muovesse
le gambe saltando quel muro
la storia ritratta quel tempo
farebbe di me uomo nuovo.

 

2
0 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 22/04/2015 11:05
    Apprezzo questo suo canto della memoria, segno tangibile della sua abilità poetica.
  • vincent corbo il 22/04/2015 08:10
    Un bel poetare... morbido, elegante, lievemente malinconico.
  • Rocco Michele LETTINI il 21/04/2015 15:20
    Meravigliosamente riflessivo...
  • roberto caterina il 21/04/2015 09:39
    un salto nel tempo e un ritratto vivente sembrano animare questo scritto e rendere più lievi i cupi pensieri...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0